Siti
Navigare Facile

Oviedo Storia

La Storia di Oviedo

La città di Oviedo nacque nella seconda metà dell'VIII secolo quale borgo abitato attorno ad un convento benedettino, borgo successivamente dilaniato dagli Arabi.

La rinascita avvenne agli inizi dell'800 per opera di Alfonso II che dotò la città di mura e vi trasferì la sua corte da Cangas de Onìs, inaugurando la fase di maggior splendore di Oviedo, capitale delle Asturie e base di partenza per la Reconquista.

Nel secolo seguente Oviedo dovette però rinunciare al prestigioso titolo di capitale, a beneficio di León, e nel 1230 il Regno di Asturie e León venne annesso alla Castiglia; all'epoca risale anche il tradizionale titolo di Principe delle Asturie del quale si può fregiare l'erede al trono di Spagna ancora oggi.

Nel XVI secolo la bella Oviedo venne pressoché distrutta da un rovinoso incendio per poi rinascere nel Seicento quando sorse anche la storica Università Fernando de Valdés Salas fondata nel 1608.

Nell'Ottocento la città di Oviedo dovette fronteggiare i soldati napoleonici che la devastarono e saccheggiarono ed anche il Novecento la mise a dura prova.

La città dalle ricche miniere fu, infatti, teatro di una leggendaria rivolta dei minatori contro il governo nel 1934 ed appena due anni dopo subì un lungo assedio durante la guerra civile di Spagna, nel corso della quale Oviedo appoggiò il Generalissimo Franco diversamente dalle altre cittadine delle Asturie.